KENYA: SERVAL CAT TERRORIZZA VILLAGGIO MA FA FELICI LE DONNE


Il villaggio keniano di Cheplasgei, nella Contea di Uasin Gishu a nord del Paese, è letteralmente terrorizzato da un felino che al calare della sera si apposta sugli alberi ed emette un verso che ricorda quello del leopardo.
Gli uomini del villaggio da qualche giorno gli danno la caccia col favore della luce del sole, ma il felino non si trova.
Durante una battuta della polizia locale, come riferisce il quotidiano locale The Standard, un agente lo ha individuato su un albero e ha iniziato ad esplodere colpi di pistola, senza peraltro colpire l’animale.
Sul posto sono giunti gli agenti del Kenya Wildlife Service che hanno criticato l’operato dell’agente, in quanto in presenza di un animale selvatico la procedura, se non si è chiaramente in pericolo di vita, impone di chiamare i ranger della sede più vicina che sanno come catturare e sedare l’animale per riportarlo in una riserva o in un parco.
Ma la sorpresa dei ranger è stata quella di trovarsi davanti a un serval cat, un gatto selvatico di savana (un tempo da noi si chiamava “gattopardo”). Il felino ricorda per la sua maculatura il leopardo, ma ha le dimensioni di un grosso gatto.  Che comunque non è stato ancora catturato e si aggira nottetempo per il villaggio.
Passata la paura, la comunità femminile di Cheplasgei si è detta felice di questa insolita minaccia, perché ora gli uomini tornano a casa al calar del sole, invece di “perdere tempo” in giro, tra bar ed altre lusinghe.
“Quell’animale è stato mandato da Dio” è stato il commento di alcune donne del villaggio al giornalista dello Standard.

About The Author: Redazione

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *